Canon chiude la produzione delle fotocamere reflex ed omaggia questa scelta con la EOS-1D X Mark III

0
608

Canon non farà più fotocamere reflex, è ufficiale : il modello EOS-1D X Mark III sarà l’ultima creazione che verremo in circolazione e l’azienda si concentrerà sulle mirrorless, come confermato dall’amministratore delegato Fujio Mitarai qualche giorno fa

EOS-1D X Mark III, l’ultima creazione di Canon – Androiditaly.com

Un passo storico, una decisione difficile e definitiva  quella che vedrà Canon nel 2022,  che dirà addio definitivamente alla produzione di fotocamere digitali reflex di alta gamma, per potersi concentrare soltanto sul segmento delle mirrorless, che sta riscuotendo un successo straordinario. Non è un semplice rumors come qualche settimana fa si pensava, ma una conferma vera e propria, uscita nel corso di un’intervista al quotidiano giapponese Yomiuri Shimbun da parte dell’amministratore delegato della società nipponica, Fujio Mitarai: l’ammiraglia Eos-1D X Mark III sarà l’ultima prodotta prima di un netto cambio verso dispositivi più compatti, flessibili e ideali per muoversi nel mondo delle foto e dei video.” Parole sue.

LEGGI ANCHE: Canon promuove il suo cashback: fino a €500 se acquisti un modello entro Gennaio 2022

È la fine di tutto, un percorso iniziato nel lontano 1989 con la prima Eos-1 e che ha visto la fine di un’era con l’eccellente Eos-1D X Mark III del 2020 che potete vedere in apertura, un gioiellino di casa Canon con sensore full frame da 20,1 megapixel, sensibilità iso fino a 102,400 (estendibile fino a 819200), processore di immagini Digic X e autofocus basato sul deep learning, che individua volti e soggetti con una velocità mai vista prima d’ora in nessuna macchina fotografica, epossibilità di riprendere video in formato grezzo raw fino a 5,5k e scattare a raffica a 20 fotogrammi al secondo. Davvero, come ultimo modello, una bomba.  “Le esigenze del mercato delle fotocamere digitali si stanno spostando in modo rapido verso il segmento delle mirrorless, – ha dichiarato il capo di Canon Fujio Mitarai nell’intervista a Yomiuri Shimbun – dunque, in linea con questo trend stiamo spostando l’attenzione del pubblico in questa direzione“.

Cosa vedremo nel 2022? – Androiditaly.com

Nonostante tutta questa straordinaria potenza, il canto del cigno delle reflex si è fatto più vero con l’arrivo delle mirrorless, che hanno dominato i mercati soprattutto grazie al poco ingombro che creano (provate voi a portarvi una reflex al collo su una scalata)  alla possibilità di supportare lenti di qualsiasi tipo senza dover spendere necessariamente un rene per quella specifica,  e soprattutto a soddisfare anche le esigenze dei professionisti, che all’inizio si vedevano scettici. “Grazie a un otturatore che non produce suono – ha commentato Mitarai – è possibile scattare foto professionali ai golfisti a distanza ravvicinatissima”.  Le mirrorless sono sempre più presenti nell’equipaggiamento dei fotografi delle grandi agenzie, per progetti importanti o in mano ai vlogger, sui cavalletti degli streamer fino agli zaini dei semplici appassionati che amano fare foto nel viaggio verso casa di zia Caterina, che vive in montagna tra le pecore. Adorabile signora.

LEGGI ANCHE: Google investe smisurati fondi su Gmail, ora non avrà più ostacoli per essere leader indiscusso

Ci teniamo però a dire che, a fine intervista, Mitarai non ha chiuso le porte all’uscita di eventuali reflex (non si sa mai) ma ormai l’addio alle reflex per Canon è assicurato. No ci resta che sederci e aspettare l’uscita della mirrorless Canon Eos R1, prevista a metà del 2022.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here