TIM dice addio al 3G: ecco i tempi e come avverrà il tutto

0
5

Il passaggio graduale che accompagnerà i clienti del provider di telefonia sarà in corso a partire dai prossimi mesi

swtich off 13012021 - Androiditaly.com
Il tanto atteso spegnimento della rete 3G è ormai prossimo, ma non attendiamoci bruschi cambi, Tim traghetterà i suoi clienti nel cambiamento tecnologico – Androiditaly.com

La scelta di superare un sistema di connessione ormai reso obsoleto dall’arrivo di uno nuovo decisamente più performante è diventato un argomento ormai consolidato. Tutti i providers di telefonia attivi sul territorio nazionale hanno tenuto conto dell’opportunità di dismettere il vecchio segnale 3G, a favore del 5G che risponde in maniera più efficiente alle richieste sempre maggiori di connettività di qualità.

Ecco perché non giunge inaspettata la conferma da parte di TIM, che già lo scorso anno aveva espresso la sua decisione di dismettere la vetusta tecnologia entro il 2022.

LEGGI ANCHE: Inizia lo Switch Off della rete 3G, TIM all’attacco con questi smartphone

Le date tuttavia ora diventano più consolidate. Sarà il mese di aprile il riferimento per la linea di starter che porterà al progressivo switch off. Ma attenzione, questo passaggio non sarà brusco, e l’azienda accompagnerà i clienti fino al superamento del gap.

Lo switch off del segnale 3G e le strategie di Tim per l’aggiornamento tecnologico della sua clientela

logo tim 13012021 - Androiditaly.com
Tim intende procedere per gradi, ma la linea di partenza è ormai fissata, pertanto ai clienti verranno date diverse opzioni, lasciando loro del tempo per prendere la decisione migliore, al fine di superare indenni lo spegnimento del 3G – Androiditaly.com

Ed è per questo che il provider sta inviando un sms a tutti quegli utenti che posseggono un vecchio smartphone non aggiornato. Nella comunicazione si informa che a breve inizierà la dismissione del 3G, e questo impedirà al cliente in questione di poter utilizzare contemporaneamente telefonate, sms e navigazione internet.

L’alternativa suggerita, a rimanere privi di un sistema multitasking basilare, è quella di dotarsi di un nuovo apparecchio. Qualora il cliente fosse ancora saldamente attaccato al vecchio sistema si troverà quindi a gestire un sistema binario, che si appoggerà alla vetusta rete 2G.

LEGGI ANCHE: Switch Off della rete 3G: ecco chi sarà costretto a cambiare SIM

Sicuramente non resta molto da fare. Questa potrebbe essere l’occasione propizia per decidere di dismettere il proprio patrimonio tecnologico ormai superato, magari prendendo in considerazione le offerte di Tim che quanto a smartphone sono molto interessanti e ricche in termini di varità, in risposta ai diversi tipi di esigenze e di budget.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here