Il ritorno di un mito grazie ad Android: parola di Sony

0
93

Un ritorno per i walkman annunciato da Sony, ma al momento solo per il mercato giapponese. I due modelli si chiamano NW-WM1ZM2 e NW-WM1AM2 e avranno una qualità del suono sopraffina. Il loro sistema operativo non sarà da meno.

walkman ritorno
Nuovi dispositivi ma lo stesso suono di un tempo, un’idea Sony. – Androiditaly.com

Un bel telaio in metallo come se si tornasse negli anni ’80, ottima qualità del suono e sistema operativo Android 11. Sono gli ingredienti accorpati da Sony per rilanciare uno dei suoi prodotti più celebri, il walkman.

Ad alcuni decenni di distanza lo storico apparecchio riapparirà rifatto a nuovo sul mercato giapponese. Sony ha già rivelato i nomi dei due dispositivi: NW-WM1ZM2 e NW-WM1AM2. Entrambi sono stati progettati per un’autonomia a piena ricarica di ben 40 ore.

Tutte e quaranta le ore saranno spese per la riproduzione audio a risoluzione FLAC a 96kHzEntrambi i modelli sono compatibili con il formato audio prediletto dagli intenditori, l’Hi-Res Audio.

Questa occasione di rilancio ideata dall’azienda ha già un prezzo. Il modello NW-WM1ZM2 partirà in Giappone con una cifra equivalente a 4.200 euro. Struttura in rame e placcatura in oro puro al 99,99%. Per quanto riguarda invece NW-WM1AM2 avrà un telaio in lega di alluminio e costerà una somma pari a 1.600 euro.

Il suono della riproduzione nelle ambizioni di Sony dovrebbe somigliare ad un ascolto dal vivo. Con Android 11 non ci saranno limiti anche all’utilizzo delle applicazioni che forniscono musica in streaming. Quindi siano i benvenuti Spotify ed Apple Music.

Breve storia del walkman

walkman originale
Dal 1978 al 2010 ha regnato sulla musica delle cassette. – Androiditaly.com

Il nome del primo modello di walkman distribuito dalla Sony era TPS-L2. Un semplice lettore di audiocassette da ascoltare con le cuffie, senza registratore. Grazie ai due attacchi jack perlomeno si poteva ascoltare musica in coppia.

Una funzionalità innovativa per la fine degli anni ’70 era la cosiddettahotline’. Con un pulsante il volume della musica calava a un livello tale da permettere la conversazione fra i due utilizzatori. Il colore più venduto era lo stesso blu dei jeans, appena diventati di moda.

Il periodo d’oro per il dispositivo via via aggiornato furono gli anni ’80. Con l’arrivo dei dischi e della musica digitale la Sony dovette rinnovarsi. Il successo del walkman però fu considerevole e per questo anche quarant’anni dopo la ‘madre’ non lo ha dimenticato.

Viene considerato il quarto gadget più influente nella storia dal periodico Time. Davanti a lui c’è anche il primo televisore a colori, prodotto sempre dalla Sony.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here