Software di addestramento per droni? Ora esiste, ed è sviluppato proprio da Microsoft

0
32

Microsoft sta ultimando una piattaforma che rappresenta una sorta di “Metaverso industriale”. Si tratta di un software per addestrare l’intelligenza artificiale dei veicoli come i droni, a volo autonomo. Si possono fare milioni di simulazioni in pochi secondi.

drone in volo
Un software è pronto per simulare i viaggi più pericolosi dei droni. – Androiditaly.com

Per rendere sempre più sicuri i trasporti via drone di materiali come medicine, organi o addirittura in futuro le persone scende in campo Microsoft. La multinazionale di Bill Gates infatti sta lanciando un software per la simulazione di tragitti e scenari per il volo dei droni.

Microsoft descrive come un esempio diMetaverso industriale” questo progetto, il cui nome completo è Project AirSim. In futuro infatti le aziende potranno sfruttare sempre di più software e simulazioni in realtà virtuale per svolgere i test sui loro prodotti, con minor dispendio di materiali e costi.

Usando Project AirSim la Microsoft vuole addestrare l’intelligenza artificiale che guiderà i veicoli a volo autonomo per far fronte a tutte le situazioni. Per di più può simulare come sarebbe ad esempio passare accanto ai cavi dell’alta tensione senza dover svolgere una prova dal vivo, potenzialmente molto pericolosa. Lo stesso vale per scenari come la presenza di pale eoliche, forti venti o precipitazioni abbondanti.

ll software inoltre può simulare milioni di situazioni critiche in un intervallo temporale di pochi secondi. Gli stessi test svolti dal vivo richiederebbero diversi giorni se non intere settimane.

AirSim, non solo droni

simulatore drone
Il progetto non è nuovo, ma esiste del 2017 e non studia solo l’AI per i droni. – Androiditaly.com

La storia di Project AirSim inizia cinque anni fa per la divisione di ricerca di Microsoft. Lo scopo era di sperimentare e approfondire l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Negli anni la piattaforma si è via via evoluta adattandosi alle esigenze via via crescenti. Tanto che il codice iniziale non riceverà più aggiornamenti anche restando accessibile.

AirSim ora sarà focalizzata sempre di più sui droni diventando una piattaforma end-to-end per sviluppare e testare veicoli aerei autonomi. Il tutto in sicurezza e soprattutto con la garanzia di mantenere il segreto professionale.

Nel corso degli anni questo progetto è servito però anche per svolgere sperimentazioni sulle AI delle macchine. La piattaforma può generare i dati di addestramento (training data) per il deep learning in due modi. Possiede la funzione Record, che è la più semplice. Il secondo sistema prevede invece di accedere all’API (Application Programming Interface) per controllare meglio il tutto.

 

🔴 FONTI: microsoft.github.io

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here