Ricordate la “sfida impossibile” su Halo 2? Un giocatore è riuscito a vincere i 20.000 dollari, come ha fatto?

0
118

And The Winner is. All’inizio di quest’anno, Charlie “Cr1TiKal” White ha lanciato una sfida che ha conquistato pagine e pagine di carta stampata. Una challenger davvero interessante se non fosse per il premio molto allettante.

Halo 20220805 AI
Halo – Androiditaly.com

Ha offerto 5.000 dollari a chiunque fosse in grado di completare una partita da solista completa di Halo 2, con difficoltà leggendaria con 13 dei teschi di modifica della difficoltà attivati. Il quattordicesimo teschio, chiamato Envy, tanto per intenderci, regala una mimetica attiva al posto della tua torcia. Tant’è.

Un “sfida impossibile” per l’arcinoto sparatutto in prima persona del 2004, sviluppato da Bungie e pubblicato da Microsoft Game Studios per la console Xbox, giunto al secondo capitolo, seguito di Combat Evolved. Nessuno era riuscito nell’impresa, così Charlie “Cr1TiKal” White ha aumentato la ricompensa: fino a 20.000 dollari.

JerValiN, di impresa in impresa

Halo 20220805 AI+
Halo – Androiditaly.com

Dopo decine di tentativi sparsi nelle settimane precedenti, lo streamer di Twitch JerValiN ha finalmente completato la sfida. In una corsa durata poco meno di sei ore e mezza, ha sfruttato un’incredibile quantità di abilità, oltre a trucchi e glitch come quello che ti consente di portare una Banshee con te nella lotta finale contro il Tartarus. La sfida stava per essere fallita, visto che le cose si stavano mettendo molto male, proprio nel finale, a causa di un Brute con una doppietta che era riuscito a schivare una doppia granata, ma JerValiN è riuscito a tenere duro fino alla fine, centrando la Mission Impossible.

La sensazione è che soltanto JerValiN poteva risucire a completare questa sfida super difficile: in passato è stato responsabile della prima serie LASO (Legendary All Skulls On) immortale di qualsiasi gioco di Halo, dopo aver completato Halo 2 con tutti i 14 teschi incluso il teschio Envy attivo.

Quella corsa verso il successo, la gloria e la riconoscenza di tutto il mondo del gaming, è stata cronometrata, è durata cinque ore, 54 minuti e 40 secondi, meno addirittura della sua ultima impresa, che aveva richiesto sei ore, 29 minuti e 44 secondi.

Il secondo capitolo del riuscitissimo game sviluppato da Bungie, ora della famiglia allargata di Sony, si differenzia dal primo per nuove armi, nemici e veicoli: viene fornito con una modalità multigiocatore online, tramite il servizio Xbox Live di Microsoft.

Nella modalità storia, invece, il giocatore assume il ruolo del super-soldato umano Master Chief e, in alcune missioni, di un extraterrestre chiamato l’Arbiter, in un conflitto del XXVI secolo tra l’umanità, raggruppata militarmente sotto il Comando spaziale delle Nazioni Unite (UNSC), un’alleanza di razze aliene nota come Covenant e dei parassiti conosciuti come Flood.

🛑 FONTE