Stanco dei problemi su DAZN? Puoi chiedere il rimborso, ecco come fare

0
46

Dopo i disservizi degli ultimi giorni, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha divulgato le informazioni su come procedere nel caso si volesse richiedere un rimborso da parte di DAZN. Come fare, dunque, e quali moduli inviare per averlo?

Rimborso DAZN Agcom
Agcom interviene, mettendo a disposizione per gli utenti tutte le informazioni necessarie – androiditaly.com

La Serie A parte male

Il servizio offerto da DAZN, per il campionato di Serie A, non è partito proprio benissimo. Ci sono state, infatti, numerose lamentele riguardanti le difficoltà, durante la visione, che hanno riscontrato tantissimi utenti abbonati.

Durante le prime partite, infatti, ci sono stati diversi problemi, tanto da richiedere l’intervento dell’Agcom. Una volta appurati, l’ente ha messo a disposizione la possibilità di richiedere un risarcimento a tutti gli utenti che possono testimoniare di non essere riusciti a seguire, nonostante il pagamento regolare della sottoscrizione, i contenuti offerti da DAZN.

Molti, infatti, hanno chiesto l’assistenza del Servizio Clienti, tramite gli appositi numeri telefonici messi a disposizione. Questo, però, non è bastato, e in molti vorrebbero avere un risarcimento, anche parziale, per il disservizio.

L’Autorità per le Garazie nelle Comunicazioni interviene

L’Agcom, dunque, ha prontamente contattato DAZN, richiedendo la modalità di indennizzo semplificata, assieme alle procedure da attuare. Come documento di riferimento, disponibile sul sito ufficiale dell’ente, è presente la delibera del Garante 17/22/CONS, pubblicata nel Marzo di quest’anno.

I rimborsi che dovrà elargire DAZN, quindi, partono da 7,49 euro, che aumenteranno a seconda del tipo di abbonamento sottoscritto. L’indennizzo potrebbe anche aumentare, fino a coprire totalmente la mensilità, a seconda della gravità del disservizio che il cliente ha subìto.

Errore DAZN
DAZN ha dato spesso agli utenti un errore simile – androiditaly.com

Per richiedere il rimborso, il cliente deve necessariamente presentare delle prove, che dimostrino la gravità del problema affrontato. Per farlo, è possibile utilizzare il MisuraInternet Speed Test, ma l’ente per le comunicazioni suggerisce di utilizzarlo in prossimità di un evento streaming, per fornire maggior validità alla richiesta. Inoltre, questa andrà fatta entro e non oltre 7 giorni dall’evento streaming di riferimento.

Cause accettate nella richiesta di indennizzo

Per poter richiedere un rimborso tramite l’apposito modulo, bisogna dimostrare di aver avuto almeno uno di questi problemi:

  • Più di 3 disconnessioni dallo stesso evento in live streaming, con necessità di effettuare nuovamente il contenuto;
  • Più di 5 tentativi di accesso falliti alla piattaforma, con almeno 20 secondi tra ogni prova e, nel tentativo di selezione di un evento live streaming, dopo 60 secondi non si sia ancora riusciti ad accedere ai contenuti;
  • Più di 4,5 minuti (270 secondi) totali di freezing del servizio durante la visione di un contenuto live streaming;
  • Problemi di risoluzione, in particolare, se mantenuta per almeno il 10% della durata dell’evento:
    • inferiore a 540p per connessione con velocità di download superiore a 2Mbps
    • inferiore a 720p per connessione con velocità di download superiore a 4Mbps
    • inferiore a 720p o meno di 50 fotogrammi/secondo per connessione con velocità di download superiore a 6Mbps
    • inferiore a 1080p o meno di 50 fotogrammi/secondo per connessione con velocità di download superiore a 10Mbps

Fonte: Agcom

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here