Windows 11 aumenta la sicurezza, con gli avvisi sull’efficacia delle password, essere hackerati sarà difficile

0
58

Segnare le password in diversi siti non è un’abitudine sana e Microsoft lo sa bene. Ecco perché la versione 22H2 di Windows 11 intende limitare la pratica di digitare la password su app e portali non sicuri, compreso il Blocco Note.

windows documenti
Rubare le password tramite il phishing è un fatto frequente, meglio premurarsi grazie a Windows 11. – Androiditaly.com

La password non è mai al sicuro

L’obiettivo degli hacker che organizzano le truffe di phishing è sempre impadronirsi delle password delle vittime. A volte sono quelle del sistema operativo, altre quelle di accesso all’home banking. Spesso queste chiavi di accesso senza pensarci vengono immesse anche in siti o applicazioni non sicure.

Basta che il criminale riesca a creare una pagina molto simile a quella autentica e in un attimo la password è già in mano su. Succede spesso per le banche o per i servizi di streaming, e quando ci si accorge dell’inganno spesso è troppo tardi per poter rimediare.

Per quanto possa sembrare estremo, anche digitare le proprie credenziali di accesso all’interno del Blocco Note può essere rischioso. Esistono infatti malware che possono sottrarre le password persino dai file Office o Excel se queste sono state scritte al loro interno come promemoria per non perderle. E lo stesso vale per quando viene salvata negli appunti presi di fretta con il servizio Blocco Note.

La protezione avanzata dell’aggiornamento 22H2

password in rosso
Con la Protezione avanzata dal Phishing ci si può tutelare al meglio. – Androiditaly.com

Avevamo già accennato al fatto che grazie a Windows 11 22H2 la sicurezza sarebbe aumentata notevolmente. Per essere al sicuro con la propria password occorre però controllare che sia già attiva la funzione di avviso. Questo ovviamente solo per chi ha già ottenuto l’aggiornamento.

Per la precisione accedendo alle impostazioni sul controllo delle app e del browser compaiono due opzioni. Vale a dire “Avvisa in caso di riutilizzo della password” e “in caso di archiviazione password non sicura”. Anche se già in opera però va ricordato che la notifica viene inoltrata solamente per la propria password dell’account Microsoft. Per tutte le altre quindi occorre prestare ancora più attenzione.

Per fare la prova basta scrivere tale codice in un file a caso e vedere se compare un avviso a riguardo. Una funzione che non solo può aiutare i privati ma che anche per le aziende può fare la differenza in termini di sicurezza informatica. L’avviso sul riutilizzo consiglia invece di variare le proprie password se sono ridondanti.

 

🔴 FONTI: www.windowsblogitalia.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here