Zoom si conferma il migliore per il lavoro in remoto: rilasciate nuove e utilissime features

0
40
Zoom si conferma il migliore per il lavoro in remoto: rilasciate nuove e utilissime features
Zoom è un programma software di videoconferenza tra i più utilizzati assieme a Meet e Skype - Androiditaly.com

L’applicazione continua a ricevere sempre più aggiornamenti costanti e funzionali, tant’è che, adesso, si attesta essere come il software migliore con cui poter entrare in contatto, a distanza, senza correre alcun rischio.

Zoom si conferma il migliore per il lavoro in remoto: rilasciate nuove e utilissime features
Zoom è un programma software di videoconferenza tra i più utilizzati assieme a Meet e Skype – Androiditaly.com

In occasione del fatto che la variante Delta del Covid-19 stia dando non pochi problemi, le aziende hanno deciso di favorire l’utilizzo dello smart working in modo tale da mettere in totale sicurezza i propri dipendenti.

Ed è proprio per questa iniziativa che la piattaforma Zoom, già dal 2020, aveva fatto un boom di utilizzi. Ma non solo: sono stati annunciate ulteriori migliorie che verranno effettuate a breve, e che permetteranno di rendere più efficienti le conversazioni da remoto.

LEGGI ANCHE: RAI al via la risintonizzazione dei canali per lo Switch Off, ecco le novità

Fra le nuove aggiunte vediamo le traduzioni live del parlato durante le riunioni, la possibilità di aggiungere delle note su una lavagna condivisa oppure di usufruire della realtà aumentata all’interno della piattaforma di Facebook Horizon Workrooms. Ma vediamo di parlarne con calma e di mettere alla prova l’effettiva utilità pratica.

Descrizione delle features

Zoom si conferma il migliore per il lavoro in remoto: rilasciate nuove e utilissime features
Con uno tempo limite standard di 40 minuti, è possibile effettuare riunioni con un massimo di 100 utenti collegati contemporaneamente – Androiditaly.com

Zoom userà l’apprendimento automatico e l’elaborazione del linguaggio per le traduzioni, allo scopo di consentire agli utenti di leggere il testo nella propria lingua. Sarà a pagamento e comprenderà almeno 30 trascrizioni e 12 opzioni di traduzione entro la fine del 2022. Non sappiamo ancora di quanto sarà il prezzo di questa funzionalità, per cui dovremo attendere per poterlo saperlo.

Vedremo l’introduzione anche di Zoom Whiteboard, cioè una lavagna digitale che potrà essere condivisa a più utenti. In particolar modo apparirà una finestra che mostrerà lo sfondo di ciò che si vorrà scrivere, come se fossimo direttamente dal vivo a farlo. Non si allontana molto dal concetto che tendono ad utilizzare anche altre applicazioni, ma resta in ogni caso una buona funzionalità da introdurre.

LEGGI ANCHE: Starlink di SpaceX arriva in Italia ma sarà un’esclusiva di pochi eletti

Infine arriverà anche la compatibilità di Zoom con L’app di Facebook dedicata al lavoro virtuale per i visori, chiamata Horizon Workrooms. Quando sarà disponibile potremo sederci intorno ad una scrivania assieme ai colleghi e interagire con la riunione in streaming grazie all’ambientazione Quest 2. Così potremo tracciare la tastiera reale che si ha davanti, riproducendola virtualmente e rendendola funzionante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here