Android 13 Tiramisù, ecco un assaggio del nuovo OS con prime foto e dettagli

0
217

IL dolce natalizio, si sa, non è certo il tiramisù. Eppure la notizia che sta rimbalzando sul web riguarda proprio un Tiramisù, ma non quello che intendiamo noi. Curiosi?

Il Tiramisù di Android – Androiditaly.com

Anche voi come noi, al momento del dolce al ristorante, attendete in ansia che vi portino il Tiramisù? Ebbene anche Android ha pensato bene di far venire voglia agli utenti di un bel tiramisù. Ma non la versione dolce. Stiamo parlando piuttosto della prossima versione del sistema operativo di Google che verrà lanciata sugli smartphone , Android 13, che in rete si si pensa che a Mountain View abbiano già deciso come nominarla, rendendo onore al celebre dessert italiano, ancora non sappiamo però perchè. É XDA a darci la possibilità di sbirciare per la prima volta dentro al sistema operativo in attesa del rilascio della prima beta nel corso del 2022.Intanto, vi consigliamo di non fissare troppo l’immagine in apertura. Può causare salivazione acuta.

Diamo una prima occhiata a ciò che ci attenderà nei prossimi mesi con la versione T – Tiramisu.  XDA ha suddiviso le novità in quattro sezioni per spiegare al meglio le funzioni aggiuntive, vediamole nel dettaglio.

Addio barriere linguistiche

Sarà possibile selezionare una specifica lingua per ciascuna singola applicazione, ovvero se in una volete lalingua inglese e nell’altra quella cinese, potrete farlo, indipendentemente da quella “principale” stabilita nelle impostazioni del proprio dispositivo. La funzione si chiama “Panlingual” e potrà essere personalizzata in Impostazioni > Sistema > Lingue & input > Lingua app.

le funzioni nascoste di T-Tiramisù – Androiditaly.com

LEGGI ANCHE: Gli smartphone entry-level riceveranno una versione speciale di Android: ecco la Go Edition

Le notifiche

Con Android 13 la gestione delle notifiche sarà ancora più intelligente e selettiva nella scelta delle notifiche da mostrare (quindi meno invasive) grazie alle nuove autorizzazioni di runtime POST_NOTIFICATIONS. Per farla breve, che se no il tiramisù di squaglia, nella prossima versione del sistema operativo le notifiche andranno attivate una per una dando il permesso di inviarle a ciascuna singola app. Un po’ come accade ora sugli iPhone per intenderci.

Come verrà gestita la funzione energetica del dispositivo

La batteria del telefono è super importante. TARE sta per The Android Resource Economy, ed è una inedita funzione che troveremo su Android 13. Si tratta di una sorta di moneta che l’OS offre a ciascuna app installata dall’utente, e  in base al livello di batteria dello smartphone ed alla necessità dell’app stessa, si guadagneranno monete. Più è carica, maggiori saranno i crediti assegnati, e di conseguenza più attività potranno essere eseguite dall’app stessa senza incappare in un abbasso drastico della percentuale della batteria. É una funzione che deve ancora essere sviluppata e perfezionata.

LEGGI ANCHE: Bazar, l’assistente virtuale che entrerà nei negozi fisici ad aiutarci e consigliarci sulle scelte giuste

Schermata di blocco migliorata

Piccoli perfezionamenti in arrivo anche  per la schermata di blocco, che possiamo riassumere in poche parole così:

  • Android 12: l’orologio viene mostrato su doppia linea al centro del display e, in caso di notifiche, si sposta a alto per continuare ad essere visionato.
  • Android 13: è possibile forzare l’orologio a restare su doppia linea anche quando vengono mostrate le notifiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here