NVIDIA DLDRS ovvero la nuova tecnologia Deep Learning Dynamic Super Resolution: come si attiva?

0
140

L’intelligenza artificiale al centro della nuova tecnologia del DSR di NVIDIA: qualità dell’immagine e prestazioni migliorate.

nvidia DLDSR comparazione risoluzione immagini
Il risultato della nuova tecnologia è un’immagine di qualità superiore e prestazioni massimizzate -Androiditaly.com

All’edizione di quest’anno del CES che si è tenuto a Los Angeles, NVIDIA non ha certo risparmiato contenuti di qualità. Nella fiera annuale del big tech è stato annunciato il supporto a DLSS e RTX per dieci nuovi giochi, mentre per altri sette è partita l’implementazione della tecnologia Reflex.

LEGGI ANCHE: CES 2022 le migliori innovazioni che riusciremo ad acquistare già quest’anno

Sono stati presentati i nuovi modelli RTX 3050 e RTX 3090 Ti con le loro potentissime GPU e, sul lato driver, sono stati rilasciati i nuovi Game Ready con bug fix e supporto a RTX 3080 da 12 GB. Sempre in quest’ambito si piazza la nuova tecnologia sviluppata dal colosso di Jensen Huang.

L’innovazione si basa sulla ben nota tecnologia DSR (Dynamic Super Resolution), che unisce i benefici di una risoluzione 4K ai tradizionali display 1080p. La renderizzazione avviene a una maggiore risoluzione, per poi essere scalato a una inferiore, impattando la qualità dell’immagine con uno shimmering inferiore, più dettagli e bordi smussati.

L’intelligenza artificiale al servizio della DSR e come attivarla

Su questo sistema è stata implementata l’intelligenza artificiale, che diminuisce la quantità di pixel di input. La nuova DLDSR (Deep Learining Dynamic Super Resolution) 2.25X restituisce un’immagine con qualità paragonabile a quella della DSR 4X, incrementando le prestazioni.

L’impatto sulla scheda video, al pari di una resa massimizzata, è praticamente nullo. La nuova tecnologia dovrebbe funzionare su gran parte dei giochi, specialmente su quelli più datati, garantendo migliorie nell’aspetto senza modificare il framerate. Unico “difetto” rispetto al suo predecessore, il sistema ha bisogno di Tensor core per funzionare.

Questo significa che le schede video che potranno permettersi questa tecnologia saranno quelle appartenenti alla famiglia RTX, sia di prima che di seconda generazione, escludendo tutte le altre. Nel caso la nostra scheda sia fra quelle predisposte all’implementazione, l’attivazione risulta davvero semplice.

LEGGI ANCHE: Nvidia testa le sue tecnologie per i sistemi di guida nel Metaverso: guarda il video e rimarrai a bocca aperta

Basterà infatti scaricare il nuovo driver, disponibile dal 14 gennaio, direttamente dal sito NVIDIA. Una volta completato il download e l’aggiornamento, andando sul Pannello di Controllo NVIDIA bisognerà cercare in “Gestisci le impostazioni 3D” l’impostazione “Fattori DSR“, da dove sarà possibile attivare il nuovo DLDSR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here