Pericolo Spyware per MacBook, anche sistemi Android a rischio? Ecco come identificare il virus

0
131

Per quanto li si consideri sicuri anche i MAcBook possono venire attaccati da uno spyware, nonostante il sistema MacOS faccia sentire in una botte di ferro. Il problema è riuscire ad accorgersene in breve tempo per correre ai ripari. 

macbook quasi chiuso
Un MacBook può rischiare un attacco spyware come i PC Windows. – Androiditaly.com

Per molto tempo i dispositivi Apple sono stati creduti del tutto invulnerabili a malware e spyware, ma purtroppo è solo un mito caduto da tempo. La sicurezza che offrono agli utenti è buona ma rimangono suscettibili a certi attacchi. Per fortuna esistono dei sistemi per rilevare in breve le minacce spyware al sistema MacOS, che sono molto simili ai campanelli d’allarme su Windows.

Il primo segnale a cui fare attenzione è una improvvisa diminuzione delle prestazioni da parte del proprio MacBook o Mac. Per un dispositivo datato un calo è prevedibile, ma se è nuovo o questo si presenta di colpo è possibile che il problema sia più serio. La scelta migliore in questi casi è effettuare un controllo dei processi in esecuzione. Per farlo come sui PC basta andare sulle Applicazioni e scegliere la voce “Monitoraggio Attività”. Se ci sono app che utilizanno buona parte della RAM, è meglio eliminarle subito.

Un’altra delle cosiddette “red flag” che potrebbe indicare la presenza di uno spyware è l’improvvisa valanga di annunci popup. Serve particolare attenzione qualora queste si presentino in assenza di connessione a Internet. Lo stesso occhio di riguardo va presentato quando si presentano applicazioni curiose, che non ci si ricorda di aver installato sul MacBook o sul Mac.

Come proteggersi dagli spyware?

spyware, occhio
Gli spyware monitorano le attività online e poi passano all’attacco. – Androiditaly.com

Se si temono gli attacchi spyware è bene essere sempre informati sulla presenza degli aggiornamenti del sistema operativo MacOS. Spesso questi vengono rilasciati con la finalità di correggere dei bug o risolvere particolari vulnerabilità dei dispositivi. Per installarle sui Mac basta selezionare il simbolo della Mela e cercare la voce “Aggiornamento software”. Si può anche spuntare l’opzione perché questo processo avvenga automaticamente e togliersi il pensiero una volta per tutte.

Un altro modo per proteggersi è l’installazione repentina di un buon antivirus che esegua la scansione del MacBook o del Mac. Una buona soluzione può essere AVG Antivirus nella versione per dispositivi Apple. Una volta che l’antivirus ha eseguito la scansione basta premere su “Risolvi tutto”. Così le preoccupazioni possono andarsene insieme agli eventuali programmi dannosi.

 

🔴 FONTI: www.avg.com