Incredibile hardware per “toccare” il Metaverso: il conivolgimento vero inizia così

0
13

Il team dell’azienda informatica Reality Labs sta lavorando alla creazione e, allo sviluppo, dei guanti che permetteranno agli utenti di godere di un’interazione fisica nella realtà virtuale e aumentata del metaverso di Meta.

Metaverso
Logo di Meta, il metaverso in fase di sviluppo ideato da Mark Zuckerberg

Di recente, alcuni del team dell’azienda informatica Reality Labs hanno condiviso un video in cui mostrano il loro progetto in sviluppo. Si tratta di un guanto tattile che permetterebbe agli utenti di toccare e prendere oggetti, all’interno del metaverso ideato da Mark Zuckerberg. Nel video viene mostrato come dovrà funzionare il guanto, facendo anche vedere come riescono a prendere una palla, fare la lotta del pollice e spostare gli oggetti. Il progetto, in realtà, va avanti da ben sette anni, un lasso di tempo servito a garantire dei progressi e sicuramente si trovano già a essere a buon punto. Hanno ottenuto dei risultati incredibili, non solo per il loro progetto, ma anche per il progresso alla ricerca nella robotica morbida e microfluida.

“Immaginate di lavorare su un puzzle 3D virtuale con l’avatar 3D realistico di un amico. Quando prendete un pezzo del puzzle virtuale dal tavolo, le vostre dita smettono automaticamente di muoversi quando sentite di averlo in mano. Sentite la nitidezza dei bordi del cartone e la levigatezza della sua superficie mentre lo sollevate per un’ispezione più ravvicinata, seguito da uno scatto soddisfacente mentre lo posizionate dove serve” è così che la compagnia descrive le sensazioni provocate dai guanti aptici. I guanti, infatti, permetteranno di provare alcune sensazioni come sentire la consistenza delle cose, la loro pressione e vibrazione nel mondo virtuale.

LEGGI ANCHE: Nuovo Widget su Gmail per Material You: ottima prova di Google

Guanti tattili: approfondimenti scientifici

Metaverso
Logo di Meta, il metaverso in fase di sviluppo ideato da Mark Zuckerberg

Il guanto, ideato e sviluppato dall’azienda, renderà possibile l’unione del mondo reale e quello virtuale, attraverso le sensazioni descritte in precedenza. Sarà un guanto in grado di garantire ciò che Mark Zuckerberg ha già detto di voler creare attraverso l’utilizzo di Meta. Per essere realizzato c’è stato il bisogno di approfondire le ricerche in molte discipline tecniche e scientifiche. Un esempio di ricerca è quello fatto sugli attuatori (piccoli motori capaci di trasformare un segnale di input in movimento). Un guanto tattile necessita di centinaia di attuatori “spalmati” per tutta la mano, in modo tale da permettere a chi lo indossa di poter toccare gli oggetti come se lo stesse facendo realmente ma nella realtà virtuale.

Per essere efficienti, i guanti aptici, necessitano dello sviluppo e della creazione di un Software, in grado di funzionare con i diversi tipi di attuatori e che possa supportare un’ampia gamma di esperienze tattili. Il passo finale sarà quello di permettere agli utenti di creare contenuti tattili nello stesso modo in cui creano contenuti audio e video.

LEGGI ANCHE: Honor lancia i compatti MagicBook X 14 e X 15: tanta potenza in arrivo

Il prossimo passo sarà quello di poter rendere i guanti ancora più performanti attraverso gli altri sensi, quali quello uditivo e visivo. Così che il guanto tattile possa essere capace di fare sentire il peso di un oggetto, questo è soltanto uno dei possibili esempi. Staremo a vedere gli sviluppi, tutto procede secondo le idee e i piani che ha in mente Mark Zuckerberg per il suo multiverso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here