Battlefield sarà connesso con altri giochi e teams per un universo “allargato”

0
33

Gli sviluppatori hanno pensato ad un progetto originale per Battlefield: collegarlo a dei titoli per poter creare un universo digitale ed interamente connesso con altri giochi.

Battlefield sarà connesso con altri giochi e teams per un universo "allargato"
Battlefield 2042, seppur sia giocato, è stato molto criticato nell’arco di pochi giorni – Androiditaly.com

Electronic Arts ha voluto rivoluzionare Battlefield inserendolo all’interno di un nuovo programma interessante e che avrebbe intenzione di unire più giochi differenti tra loro, portando alla nascita di numerosi progetti per poter lavorare, in parallelo, su più prodotti.

LEGGI ANCHE: Fortnite invaso da UFO devastanti che squarciano il cielo e ribaltano l’isola: ora che succederà?

Questa è, chiaramente, una notizia speciale e che potrebbe portare un alone di originalità se consideriamo il lancio di Battlefield 2042, il quale non è stato un successo come pensavano potesse essere. Ma ora pensiamo a questa nuova idea e che avrebbe uno scopo secondario, cioè quello di risollevare il loro ultimo gioco.

Come funzionerà il progetto

Battlefield sarà connesso con altri giochi e teams per un universo "allargato"
Immagine di gioco di Battlefield 2042 – Androiditaly.com

L’azienda di Battlefield ha voluto parlare di un universo che connetterà i vari titoli della casa produttrice usciti fino ad adesso, esattamente come ha fatto Activision con Call Of Duty in poche parole. In tal modo, dunque, cambieranno anche il loro programma portando una serie di esperienze diverse e con uscite più frequenti, oltre che in parallelo, per i vari giochi.

Vince Zampella, il Co-Fondatore di Respawn Entertainment e responsabile di Battlefield, ci dice al riguardo che: “Continueremo ad evolvere e far crescere Battlefield 2042, e esploreremo nuove tipologie di esperienze e modelli di business lungo la strada, che possiamo aggiungere come fondamenta per costruire un’ampia serie di esperienze per i nostri giocatori. In questo universo, il mondo è interconnesso con personaggi e linee narrative condivise, È costruito anche con la nostra community, sfruttando il potenziale di Portal e i contenuti generati dagli utenti, mettendo la creatività nelle mani dei giocatori“.

A lavorare su questo nuovo progetto troveremo Ripple Effect, il team che sviluppò il noto gioco Portal, e anche quello di Marcus Lehto che, però, non è stato ancora annunciato, seppur si pensi farà la sua comparsa ufficiale tra non molto.

LEGGI ANCHE: Halo Infinite: “Forever We Fight”, un incredibile video che lascia a bocca aperta

Insomma, possiamo confermare che abbiano messo da parte un bel piano di riserva in caso, il loro ultimo gioco, non fosse andato così bene come credevamo. Tuttavia, non escludiamo la possibilità che ci avessero pensato a priori dal momento che si tratta di una idea ben progettata, e che, quindi, non è stata fatta all’ultimo minuto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here