DVB-T2 dal 3 Gennaio cambia: ecco come potrai vedere nuovamente tutti i canali

0
343

Dato l’arrivo del nuovo anno, veniamo sapere quali saranno le regioni che cambieranno le frequenze e ogni canale di trasmissione disponibile. Scopriamole insieme e vediamo anche quando succederà.

DVB-T2 dal 3 Gennaio cambia: ecco come potrai vedere nuovamente tutti i canali
A breve inizierà la sintonizzazione dei canali nelle varie regioni, motivo per cui dovremo assicurarci che sia il decoder che la TV funzionino – Androiditaly.com

In occasione dello switch off al nuovo digitale terrestre DVB-T2, sono state riportate le regioni che avranno fin da subito i dovuti cambiamenti il 3 gennaio 2022. In Sardegna le modifiche sono già avvenute, mentre in altri luoghi avverrà tra poco.

LEGGI ANCHE: Chi è il sito più visitato nel 2021? Se pensate Google vi sbagliate di grosso

Infatti, i canali televisivi cambieranno in contemporanea tra pochi giorni. Sia la frequenza che la codifica di trasmissione passeranno dal Mpeg-2 al Mpeg-4, dunque non ci rimane altro che capire quali saranno le regioni prese in causa per questo cambio di canali.

Le aree selezionate

DVB-T2 dal 3 Gennaio cambia: ecco come potrai vedere nuovamente tutti i canali
Se riusciremo a visualizzare alcuni canali, non sarà necessario cambiare i nostri devices – Androiditaly.com

La modifica in questione porterà tutti noi a risintonizzare i canali, a meno che la TV non lo faccia da sola ovviamente, mentre per la codifica potrebbero insorgere dei problemi qualora si avesse in casa una televisione parecchio vecchia.

Comunque sia, il passaggio dal vecchio Mpeg-2 al Mpeg-4 avverrà in modo graduale entro la fine del 2022. Le regioni che verranno influenzate da questo cambiamento saranno le seguenti: Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Nelle zone riportate le emittenti televisive che trasmettono il segnale su una frequenza chiamata banda 700, dovranno liberarla poiché assegnate all’asta agli operatori per il 5G, dunque non saranno più disponibili per ovvie ragioni.

Inoltre, per sapere in anticipo quali saranno i problemi che riscontreremo durante il cambio di frequenza e la codifica, basterà provare a vedere RAI 1 HD al canale 501 o Canale 5 HD al canale 505. Se la nostra TV o il decoder li visualizzeranno con successo non ci saranno problemi, mentre se non li trasmetteranno a quanto pare dovremo sostituirli.

LEGGI ANCHE: I combustibili fossili hanno delle conseguenze atroci e i dati lo dimostrano

A tal proposito il Governo ha finanziato il Bonus TV per aiutare le famiglie a cambiare i dispositivi non più funzionanti. La promozione non sarà riservata alle sole regioni elencate in precedenza, dunque tutti quanti noi avremo la possibilità di aderire a questa offerta in ogni momento.