La Stazione Spaziale Internazionale allunga le sue missioni: forti pressione dagli USA per arrivare a 2030

0
177

Prosegue la lunga strada dell’ISS che, grazie ad un accordo con l’amministrazione del Presidente Biden, non vedrà a breve il suo termine corsa

ISS 2 312022- Androiditaly.com
La Stazione Spaziale Internazionale non è ancora destinata al pensionamento. L’attende il proseguimento della missione fino al 2030 – Androiditaly.com

Che i vertici della NASA avessero fatto intuire le loro intenzioni circa il proseguimento della longeva missione sulla Stazione Spaziale Internazionale, era notizia già in parte intuita. I venerandi moduli che compongono questa complessa struttura, nonostante abbiano i loro anni e li dimostrano, continuano ad avere ancora grandi potenzialità.

Ecco perché il recente accordo dell’amministrazione Biden-Harris giunge solo a conferma di questa volontà. Per l’ISS dunque si apre ad un altro lungo periodo in orbita, che si concluderà non prima del 2030.

LEGGI ANCHE: Natale nello Spazio? ecco come stanno festeggiando sulla Stazione Spaziale

L’obiettivo di questo allungamento è senza dubbio la necessità di portare a compimento la lunga transazione che renderà la stazione spaziale da hub scientifico a polo commerciale, gestito da investitori privati.

La lunga vita della Stazione Spaziale Internazionale e i suoi risvolti futuri

3 ISS 2 312022- Androiditaly.com
Se il destino della ISS sarà quello di diventare uno spazioporto commerciale lo sapremo nei prossimi anni a venire – Androiditaly.com

Essendo un progetto che vede coinvolte più parti la decisione finale relativa a questo cambio di termini deve essere però condivisa. Ricordiamo che il progetto vede coinvolte le agenzie ESA, JAXA, CSA e Roscosmos.

Non ci si aspettano bruschi cambi di rotta da parte dell’Agenzia Spaziale Europea, dove il direttore Josef Aschbacher, ha già espresso positivamente la sua posizione, portando la questione ai vertici europei.

Lascia più in dubbio la posizione della Roscosmos. Questa mancanza di certezze è determinata da due importanti questioni. La prima riguarda le perplessità degli scienziati russi che avevano già evidenziato come i loro moduli agganciati alla stazione avevano cominciato a dimostrare i segni del tempo, con criticità moderate. La seconda invece ha più a che fare con i progetti futuri della Russia. Non è da escludere che il governo di Mosca voglia optare per una sorta di indipendenza oltre la linea di Karman.

LEGGI ANCHE: Orbital Reef è la stazione che ha in mente Bezos nei prossimi anni per il turismo spaziale

Quello che sembra certo però è che la vita sulla Stazione Spaziale Internazionale è destinata a continuare ben oltre la data stimata del 2024, anche se ancora molto poco sappiamo delle modalità nelle quali verrà impegnata o della sua distinzione d’uso, se non che passerà in mano a privati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here