Questa azienda offre 180.000 $ per riprodurre la nostra identità in robot umanoidi: ecco il progetto

0
147

Si chiama Promobot l’azienda russa che è disposta ad acquisire i nostri diritti d’immagine. Lo scopo? La creazione di robot umanoidi.

La nuova frontiera dello sviluppo tecnologico è sicuramente quella dei robot. In Italia sono in aumento i brevetti dedicati, così come in biotech e fotonica; la Cina ha un suo magistrato robot, con una precisione di giudizio al 97%; innumerevoli robot sono stati sviluppati per le più disparate finalità.

Da Ameca al robot pittore Ai-Da, da quello skater Leonardo a quello di casa Amazon, Astro; il futuro, con ogni probabilità, è molto più vicino di quello che crediamo. Questo potrebbe anche spaventarci, immaginando scenari cinematografici degni del migliore colossal fantascientifico.

promobot android robot-c
E se i robot assumessero le nostre sembianze? È questo il progetto dell’azienda russa Promobot – Androiditaly.com

Per altri, specialmente per le aziende che li producono, queste paure sembrano non essere così grandi. Così la produzione vede un aumento costante e investimenti sempre più consistenti. Non sembrano nemmeno mancare gli acquirenti.

C’è un caso, quello che prendiamo in esame oggi, in cui è addirittura l’azienda a pagare per migliorare la qualità dei robot creati. Se vi fa paura l’idea di un esercito di robot in rivolta contro l’umanità, provate a immaginare: e se questi robot avessero la vostra faccia?

Si chiama Android Robot-C, ma ha la nostra faccia

L’obiettivo di Promobot, azienda russa, è quello di creare robot umanoidi identici a persone reali esistenti. Per realizzarlo, hanno deciso di dare fondo agli investimenti: l’azienda è disposta a pagare 180.000 $ per acquisire i nostri diritti d’immagine. In questo modo può riprodurre robot uguali a veri esseri umani.

Android Robot-C (è questo il suo nome) è in grado di riprodurre 600 espressioni facciali, ha una pelle artificiale che ricalca in tutto e per tutto quella umana, ma non solo. Ai volontari disposti a vendere i propri diritti d’immagine, infatti, sarà richiesto di registrare oltre 100 ore di dialoghi.

Questo avverrà per poter permettere a Robot-C di parlare con la stessa voce e lo stesso stile comunicativo della persona da cui copia l’identità. Il suo utilizzo sarà destinato sia all’ambito domestico che professionale.

Promobot dice che riuscirà a produrre 10 nuovi robot ogni mese, senza considerare i possibili aumenti di produzione. Un ritmo abbastanza rapido, se pensiamo che nel giro di un anno il mondo potrebbe essere popolato da 120 Android Robot-C, i quali… potrebbero avere la stessa tua faccia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here