HTC ci ripensa sui bootloader bloccati. Via libera alle ROM cucinate

HTC - logoAveva fatto molto scalpore la decisione da parte di HTC di bloccare il bootloader dei propri smartphone HTC Sensation, ma anche dell’HTC EVO 3D, e persino dell’HTC Incredible S, tutti terminali basati su Android, attuando una procedura che di fatto bloccava ogni possibilità per la community di utenti avanzati di installare su di essi delle ROM personalizzate e non ufficiali o, come si dice in gergo, “cucinate”.

A quanto pare al produttore taiwanese sono bastate poche settimane di riflessione per tornare sui propri passi, tanto che lo stesso Peter Chou, amministratore delegato di HTC, ha dichiarato in queste ore tramite la pagina Facebook dell’azienda che HTC non bloccherà più il bootloader dei propri dispositivi.

HTC Incredible SHTC Incredible S
Esattamente in cosa questo si traduca è ancora da vedere, ma gli osservatori anticipano che questo potrebbe significare che le prossime ROM ufficiali che saranno rilasciate per HTC Sensation, HTC EVO 3D e HTC Incredible S potrebbero sovrascrivere il bootloader preesistente con uno aperto.

Ricordiamo che la decisione di bloccare il bootloader del firmware era in controtendenza con le decisioni di produttori rivali come Motorola e Sony Ericsson che invece hanno adottato una politica più aperta, e che questa nuova apertura da parte di HTC può essere una valida mossa per richiamare a sé gli utenti delusi.

Fonte: HTC su Facebook

Rispondi