[MWC 2011] I più interessanti smartphone Android presentati al Mobile World Congress di Barcellona 2^ parte

Mobile World Congress - logo
Al recente Mobile World Congress 2011 di Barcellona sono stati presentati talmente tanti smartphone e tablet Android che un solo articolo non basta a contenerli tutti. Dopo averne esaminato un gruppo consistente [prima parte dello speciale disponibile qui], ecco quindi la seconda parte del nostro riassunto su ciò che offrirà il mercato nei prossimi mesi.

Dopo avervi parlato dei prodotti più attesi della fiera presentati da Samsung, HTC e LG, vi mostriamo adesso una panoramica di prodotti curiosi e particolari, terminali che presentano delle caratteristiche peculiari che li rendono unici e li fanno emergere dalla massa dei loro simili, prodotti da Sony Ericsson, Acer e Umeox.

Sony Ericsson Xperia Play (PlayStation Phone)
Da chiuso il Sony Ericsson Xperia Play è simile a molti altri smartphone con schermo da 4 pollici, ma basterà aprire lo slide laterale per rivelare il suo punto di forza: un game pad completo composto da un D pad digitale e le quattro icone Playstation (cerchio, croce, quadrato e triangolo); due controlli touch analogici e per finire due comandi laterali raggiungibili tramite gli indici.

Si tratta del primo smartphone Playstation certified e tranite un’apposita applicazione sarà possibile avere accesso ad un catalogo di giochi progettati specificamente per questo terminale. Sony ha coinvolto nel progetto produttori del calibro di EA, Gameloft, Namco Bandai, PopCap e molti altri.

Acer Iconia Smart
Acer ha presentato uno smartphone dalla forma particolare. L’Iconia Smart ha uno schermo touchscreen capacitivo da 4,8 pollici widescreen in formato 21:9 con risoluzione di 1024 x 480 pixel. Ha una scocca in metallo che ne aumenta la resistenza ma porta il peso a 185 grammi.

Monta un processore Qualcomm Snapdragon da 1 GHz, 512 MB di ROM e 512 MB di RAM e il sistema operativo è Android 2.3 Gingerbread. La fotocamera posteriore da 8 Megapixel con autofocus e flash LED può riprendere filmati a 720p mentre la fotocamera anteriore è da 2 Megapixel.

Umex Apollo
La palma di smartphone più curioso va a nostro avviso all’Umeox Apollo, uno degli smartphone Android meno potenti sul mercato ma che vanta un pannello solare sul lato posteriore capace di ricaricare completamente il terminale in 2,5 ore di esposizione al sole a patto che la batteria non sia completamente scarica.

Si tratta di un terminale ruggedized low cost con un processore da 416 MHz, 512 MB di RAM e 1 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. Lo schermo è da 3,2 pollici con una risoluzione di 320 x 480 pixel e il sistema operativo è Android FroYo. Il prezzo dichiarato è intorno ai 100 dollari.

[Si conclude con questa seconda parte il nostro speciale dedicato al Mobile World Congress, la cui prima parte è leggibile qui]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: