Google ha usato Nexus 4 castrati per testare Android 4.4 KitKat

Logo di Android KitKatCapita spesso che dopo il rilascio di una nuova versione di  un sistema operativo o di un programma particolarmente importante si scoprano i retroscena che hanno portato alla sua realizzazione e Android 4.4 KitKat non fa eccezione.

Se il focus di Android 4.1 è stato “Project Butter” per rendere tutto più fluido e reattivo, al centro di Android 4.4 KitKat c’è “Project Svelte” con la sua ottimizzazione delle richieste hardware per rendere il SO utilizzabile sul maggior numero di terminali possibile e combattere così la frammentazione.

LG Nexus 4 
Per poter testare la nuova versione del sistema operativo in fase di sviluppo gli ingegneri di Google hanno impiegato dei Nexus 4 modificati per funzionare utilizzando solo 512 MB di RAM e con una risoluzione dello schermo di 960×540 pixel.

Utilizzando questi smartphone modificati come telefoni principali hanno proceduto per gradi alla riduzione delle risorse necessarie al sistema operativo prima e alle applicazioni dopo, creando anche un nuovo strumento a disposizione degli sviluppatori per misurare la quantità di memoria impiegata dalle applicazioni.

In questo modo, per esempio, se un’applicazione impiega troppe risorse per un lungo periodo di tempo Android provvederà automaticamente a chiuderla. I possessori dei terminali più potenti potranno non notare la differenza ma per chi ha smartphone e tablet più datati sarà un netto miglioramento.

Approfondimenti: Articolo su ReadWrite

Fonte: Android Community

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: