Rilasciata l’applicazione ufficiale di Google Docs

Logo di Google DocsGoogle ha annunciato la creazione di un’applicazione ufficiale per il suo servizio online di gestire dei documenti, Google Docs. Fino ad adesso era stato possibile accedere a questo servizio solo tramite browser con dispositivi Android a partire dalla versione 2.2 Froyo e tramite iOS dalla versione 3.
Questa nuova applicazione consente di creare, modificare e condividere i documenti. Si tratta di un’applicazione molto attesa sagli utenti Android, che però non ne sono rimasti interamente soddisfatti. L’applicazione di Google Docs presenta una serie di luci ed ombre, che analirezzeremo nel dettaglio dopo il salto.

Opzioni in Google Docs
L’elenco dei nostri documenti è facilmente filtrabile secondo vari criteri come la data, il proprietario, i preferiti o in ordine alfabetico per consentire di trovare più facilmente il documento che cerchiamo. Si passa da un criterio all’altro scorrendo da destra a sinistra.

I documenti sono facilmente condivisibili con l’opzione che si vede nell’immagine sopra: i destinatari verranno selezionati fra i nostri contatti, e potremo scegliere se permettere loro la sola visualizzazione o anche la possibilità di modifica.

creazione di un nuovo documento in Google Docs 
Le opzioni per la creazione di un nuovo documento prevedono la possibilità di scegliere tra un documento di testo, un foglio di calcolo o la creazione di un documento a partire da una foto. Si tratta della funzione più innovativa e potenzialmente più utile di questa applicazione. 

Scegliendo questa opzione si aprirà direttamente il programma della fotocamera con cui potremo fotografare un oggetto contenente del testo. Il testo verrà scansionato tramite un programma di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) e il risultato sarà un documento composto dalla foto scattata con sotto la trascrizione del suo contenuto. 

Il widget di Google Docs
Il programma dispone anche di un widget con cui è possibile accedere velocemente ai nostri documenti, ai documenti preferiti, creare un nuovo documento tramite foto o accedere alle opzioni complete per la creazione di un documento.

Veniemo adesso alle note dolenti dell’applicazione. L’aspetto di cui più si lamentano gli utenti nei commenti è la mancanza del funzionamento offline. In assenza del collegamento dati è possibile solo visualizzare l’elenco dei documenti presenti alla precedente apertura del programma.

Questo accade perché la creazione e la modifica dei documenti avviene direttamente sui server di Google. Più che un difetto si tratta di una precisa scelta di funzionamento del servizio di Google, che si rispecchia anche nell’uso di Google Docs sui nostri desktop.

L’intero servizio di Google Docs è pensato per funzionare on the cloud preferendo l’ubiquità e la collaborazione simultanea alla gestione in locale. Non più scambio di file modificati ma modifica di un unico file presente in rete.

I veri difetti di quest’applicazione sono invece l’impossibilità di cancellare i documenti dallo smartphone e la mancata localizzazione in altre lingue oltre l’inglese, che impedisce l’uso della dettatura vocale come forma di inserimento del testo, se non appunto in inglese. 

Tirando le somme si tratta di una buona applicazione pensata per agevolare il più possibile la creazione e l’uso in mobilità dei documenti. Se già usate il servizio di Google Docs allora vi sarà utile, se invece avete assolutamente bisogno di un editor offline di documenti allora non fa al caso vostro.

L’applicazione Google Docs è disponibile gratuitamente nel Market Android, è disponibile solo in inglese e funziona su smartphone Android a partire dalla versione 2.1 Eclair.

Fonte: Google Mobile Blog

 

Rispondi