Google Wallet e Google Offers: pagamenti tramite chip NFC ed offerte speciali

Logo di Google WalletGià a marzo erano trapelate indiscrescioni sull’intenzione di Google di lanciarsi nel settore del commercio elettronico per permettere i pagamenti contactless tramite il telefono cellulare utilizzando a questo scopo un chip NFC, di cui non a caso è dotato il Samsung Nexus S, il terminale di riferimento per gli sviluppatori di applicazioni Android.
Nella giornata di ieri Google ha annunciato il suo nuovo servizio: Google Wallet. Alleandosi con Citi, MasterCard, First Data e Sprint, e sfruttando il sistema di pagamento contactless di Mastercard PayPass, Google permetterà di effettuare pagamenti direttamente dal cellulare. La sperimentazione è iniziata a San Francisco e Google conta di lanciare il servizio negli Stati Uniti quest’estate.

Google Wallet, il servizio di pagamento via cellulare di Google
Tramite l’applicazione Google Wallet si potrà associare una carta di credito Mastercard emessa dalla banca Citi oppure una carta prepagata che si potrà caricare con quasi tutte le altre carte di credito. Basterà appoggiare il telefono sul POS abilitato per effettuare un pagamento e nello stesso tempo raccogliere punti fedeltà o applicare un coupon di sconto.

Nella visione di Google in futuro Google Wallet potrà sostituire diverse tessere che portiamo solitamente con noi: oltre alla carta di credito, alle carte fedeltà e ai tagliandi dei coupon, si potranno registrare scontrini, carte di imbarco, biglietti e persino chiavi di ingresso. Ai coupon di sconto è legato l’altro annuncio fatto dalla casa di Mountain View, ossia Google Offers, anch’esso nella prima fase di sperimentazione. 

L’applicazione Google Wallet sarà protetta da un PIN e smetterà di funzionare quando si spegne lo schermo del telefonino. Le informazioni personali e finanziarie saranno criptate all’interno di un chip separato dalla memoria del telefonino e accessibile solo ai programmi autorizzati.

Google sembra voler spingere molto su questa nuova forma di pagamento, tanto da renderla aperta e potenzialmente disponibile anche su terminali della concorrenza come iOS, WindowsPhone 7 e BlackBerry, sempre che questi ultimi decidano di adottare questa tecnologia invece di svilupparne una propria.

Approfondimenti: sito ufficiale di Google Wallet

Fonte: Google Mobile Blog

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: