Google si allea con Mastercard e Citigroup per i pagamenti via cellulare

Google Nexus S logoL’interesse di Google verso la tecnologia Near Field Communication era nota, tanto da permetterne la gestione in Android Gingerbread e inserire un chip NFC nel telefono di riferimento per gli sviluppatori, il Samsung Nexus S. Vi avevamo già parlato della sperimentazione condotta da Google su questa forma di pagamento.
Adesso un articolo del Wall Street Journal rivela che anche Mastercard e Citigroup partecipano a quest’iniziativa e questo rende l’idea di quanto il progetto sia articolato. Secondo le fonti del giornale Google non riceverebbe alcuna percentuale in denaro dalle transizioni effettuate tramite NFC limitandosi a raccogliere infromazioni sulle abitudini di acquisto delle persone.

Google Nexus S
La monetizzazione per Google avverrebbe quindi tramite il ramo principale della sua attività ossia la pubblicità mirata sui gusti degli utenti, rafforzata adesso dalla loro posizione geografica e dallo storico degli acquisti passati. Google potrebbe sia rivendere queste informazioni ai negozi interessati che fornire loro strumenti di pubblicità mirata.

Gli utenti del colosso bancario Citibank avranno a disposizione un’applicazione dedicata per controllare e gestire il loro conto e le carte di credito e debito ad esso associato. Mastercard d’altro canto ha già prodotto delle carte di credito con tecnologia NFC e tramite questo accordo potrebbe veder sviluppare ulteriormente il bacino d’utenza che usa questa tecnologia.

La tecnologia Near Field Communication non offre vulnerabilità maggiori di quanto sia già riscontrabile nelle normali carte di credito a banda magnetica. L’unico rischio semmai potrebbe essere quello legato alla propria privacy, con i nostri movimenti e i nostri acquisti controllati in ogni momento e ceduti in cambio di offerte speciali personalizzate.

Fonte: The Wall Street Journal 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: